92 rue Saint-Denis, 75001 Paris

Accueil > Welcome-Bienvenidos-Willkommen > Benvenuto

Benvenuto

VOI, QUI, VI TROVATE
NELLA CHIESA S.LEU - S.GILLES
(al n° 92 della Via S.Denis, Parigi 1° Arr.)

La via S.Denis (San Dionigi) era la via dei grandi pellegrinaggi verso l’Abbazia omonima edificata sulla tomba di S.Dionigi vescovo di Parigi. Essa era percorsa dai cortei reali in occasione dell’entrata dei Rè di Francia in Parigi dopo la loro incoronazione o per la loro inumazione in questa abbazia.

JPEG - 69.4 ko

Tra i numeri 84 e 92 di questa via si ergeva, un tempo, l’abbazia di S.Magloire dove i monaci, venuti dall’isola della Cité, si erano stabiliti nel 1120. Nel XIII° Sec., c’era, nel monastero, una cappella dedicata a S.Egidio (S.Gilles) e riservata ai fedeli del quartiere. S.Egidio era un eremita della Provenza (VII° Sec.) dove il suo culto era assai popolare ; la sua festa si celebra il 1° di settembre. Nel XIII° Sec. (1235) venne decisa la costruzione di una chiesa indipendente dal monastero e dedicata a S.Egidio. Venne aggiunto il nome di San Leu (St.Luppo) Vescovo di Sens, e la festa ugualmente celebrata il 1° di settembre.

JPEG - 104.2 ko

Verso il 1320 si da inizio alla costruzione di una nuova chiesa. Le due arcate strutturate in pietra delimitano l’area del vecchio coro. Le altre arcate sono rivestite da materiale apparentemente assomigliante. Il coro attuale data 1611 - (La decorazione è stata rifatta nel XIX Sec.). Nel 1727 il rimaneggiamento delle navate, e la creazione di volte in gesso per le quattro prime arcate su modello delle altre due in pietra. Nel 1857, al momento dell’apertura del Boulevard Sebastopol, venne soppressa l’abside e venne affidato a Baltard il compito di ristrutturare la chiesa, il rifacimento del deambulatorio, delle cappelle laterali, la costruzione di edifìci annessi verso la via della Grande Truanderie e la decorazione del coro. Oggi, praticamente, non restano tracce della chiesa primitiva all’infuori di qualche particolare del portale.

Dal 1820 la chiesa di S.Leu è la Chiesa Capitolare dei Cavalieri del Santo Sepolcro che continuano tutt’ora a tenervi le loro assemblee. Grazie a loro le reliquie di Sant’Elena, venerate un tempo nell’abbazia di Hautvilliers, vicino ad Epemay, sono state riportate a San Leu e sistemate in un reliquiario posto ai piedi del Crocefìsso dell’altare.

Dopo la demolizione delle Halles, il quartiere si è profondamente mutato. La Chiesa di Parigi ha voluto rinnovare la presenza cristiana in questa zona, luogo di passaggio tra il Forum delle Halles ed il Centro Giorgio Pompidou. Da qualche anno si è stabilita qui una comunità composta da preti, da religiosi domenicani e da laici. Alcuni di questi vivono nel quartiere, altri provengono da varie parti di Parigi o dal circondario. Tutti si preoccupano di esprimere nella liturgia la preghiera e la fratellanza, una disponibilità nei riguardi del quartiere e di quelli che vi transitano... Tutti si sforzano di accogliere e di manifestare insieme la presenza di Dio in mezzo agli uomini.

Per tutte le informazioni, una per sona si tiene a vostra disposizione.